ostruzione_delle_vie_urinarie

Ostruzione Vie Urinarie

 
 
Tra le più ricorrenti malattie del cane e del gatto ritroviamo l’ostruzione delle vie urinarie. Si tratta di una patologia acuta a carico del basso tratto urinario con interessamento principale di vescica e uretra.

Per quanto l’ostruzione urinaria possa manifestarsi tanto nel cane quanto nel gatto, i dati di medicina veterinaria dimostrano che tale condizione ha una maggiore incidenza nei gatti, specie in quelli maschi. Per questo di sovente si parla di ostruzione felina delle basse vie urinarie – FLUTD (Feline Lower Urinary Tract Disease).

Le principali cause di ostruzione urinaria

Tra le principali cause di ostruzione urinaria nel gatto e nel cane ritroviamo la formazione di calcoli di vario tipo e la presenza di elementi infiammatori tra cui detriti e cristalli. Altri fattori come alimentazione ad alto contenuto di minerali, stress e predisposizioni genetiche sembrano avere un ruolo nell’insorgenza dell’ostruzione delle vie urinarie parziale o totale.

L’ostruzione delle vie urinarie nel cane e nel gatto

Nel CANE, spesso gli animali colpiti presentano tracce di sangue nelle urine, dolore alla minzione e frequentemente dolore addominale. La mancata urinazione da parte del vostro cane deve essere sempre interpretata come un segno di urgenza. Con la visita clinica il medico veterinario potrà essere in grado di emettere diagnosi di ostruzione urinaria e decidere per la terapia idonea.

Nel GATTO la sindrome da ostruzione delle basse vie urinarie è definita anche FLUTD – Feline Lower Urinary Tract Disease – e come dimostrano le documentazioni in medicina veterinaria, si tratta di una patologia di frequente riscontro nei gatti.

Il proprietario spesso nota che il gatto si lecca frequentemente i genitali, va nella cassettina senza però emettere urina, ha il pene eretto e congesto; in un secondo momento i danni, che inizialmente erano limitati all’uretra, si aggravano con lesioni a carico della vescica (che è repleta di urina, quindi le sue pareti saranno sovra distese e perderanno, man mano che prosegue l’ostruzione, la capacità di contrazione delle fibre muscolari); in un’ulteriore fase iniziano ad esserci i danni renali conseguenti all’ostruzione, e tutta la sintomatologia ad essi correlata: letargia, forte abbattimento, vomito, diarrea, fino ad arrivare al coma)

È importante far intervenire il più tempestivamente possibile il medico veterinario, per eliminare (ove possibile) l’ostruzione uretrale e per instaurare immediatamente una terapia intensiva atta a ristabilire gli squilibri metabolici ai quali è andato incontro il nostro gatto.

Successivamente alla risoluzione dell’episodio ostruttivo andranno individuate le cause alla base del problema e saranno probabilmente necessari controlli periodici delle urine e di alcuni parametri ematici, nonché l’instaurazione di una adeguata terapia alimentare e/o farmacologica al fine di prevenire una recidiva del problema. Nel caso in cui le terapie mediche dovessero fallire, e dovessero quindi ripetersi nel tempo ulteriori episodi di ostruzione uretrale, si renderà necessario un intervento chirurgico volto alla risoluzione del problema (uretrostomia).

Prenota una Visita Medica

Compila il modulo ed entra in contatto direttamente con il nostro staff medico.

©2015 Clinica Veterinaria San Giovanni - P.IVA 11202691009